A1 maschile

Rush finale verso la Coppa Italia: Perugia, Itas e Lube si giocano i primi tre posti. Candellaro: "Occhio a Monza"

17.12.2018 20:43

 

I tre punti conquistati domenica sera alla BLM Group Arena di Trento grazie al successo per 3-1 sull’Azimut Leo Shoes Modena hanno consentito all’Itas Trentino di centrare il primo obiettivo stagionale. Con la vittoria sugli emiliani nello scontro diretto è infatti diventata matematica la certezza di essere fra le prime tre squadre della classifica al termine del girone d’andata, risultato importante anche nell’ottica dell’accoppiamento dei quarti di finale di Del Monte® Coppa Italia 2018, a cui accedono le prime otto classificate al giro di boa della regular season di SuperLega UnipolSai 2018/19. 

La squadra di Angelo Lorenzetti, attualmente seconda con un punto di ritardo da Perugia e tre di vantaggio su Civitanova, è oltretutto già sicura da una settimana di poter disputare in casa la partita ad eliminazione diretta, che si giocherà alla BLM Group Arena di Trento il 23 gennaio 2019 e che assegnerà un posto alla Final Four di Bologna (9-10 febbraio). La corsa per il titolo di Campione d’inverno (e il primo posto nella griglia del tabellone di Coppa Italia) verrà quindi decisa solo allo sprint con le partite dell’ultimo turno d’andata, tutte in programma domenica 23 dicembre a partire dalle ore 18, quando Trento sarà di scena a Monza e Perugia giocherà in casa contro Milano. I gialloblù devono però guardarsi anche le spalle, perché in caso di arrivo a pari punti con la Lube (impegnata a Vibo Valentia), i marchigiani resterebbero davanti per maggior numero di vittorie. 

Il piazzamento dell’Itas Trentino al termine del girone d’andata può quindi variare fra il primo ed il terzo posto, considerato che, nel momento in cui due o più squadre hanno lo stesso numero di punti in classifica, si tengono conto nell’ordine di: numero di vittorie, quoziente set ed infine del quoziente punti. Quest’ultima voce verrebbe consultata solo qualora i gialloblù vincessero in tre set a Monza e Perugia vincesse in casa al tie break con Milano: in quel caso entrambe le squadre avrebbero stesso numero di punti (33), successi (11) e quoziente set (3).

Fra sei giorni le risposte effettive, determinate dai risultati reali del campo. Prima di quel turno, i gialloblù (che torneranno ad allenarsi nella tarda mattinata di martedì dopo un giorno di riposo) si concentreranno sulla corsa europea in 2019 CEV Cup: giovedì 20 dicembre alle 20.30 alla BLM Group Arena arriveranno infatti i tedeschi l’Hypo Tirol Alpenvolleys Haching per la gara andata degli ottavi di finale (compresa in abbonamento).


“Ci aspettavamo una partita particolarmente combattuta contro Modena – ha ammesso Davide Candellaro, fra i migliori anche nel derby dell’A22 di domenica sera - ; il primo set, da questo punto di vista, è stato piuttosto eloquente perché le due squadre hanno spesso effettuato strappi e ricucito il punteggio dimostrando di avere grande voglia di provare a portare il match dalla propria parte. Nel terzo e quarto set, invece, siamo riusciti a sciogliere la tensione e a giocare in maniera decisamente più efficace, con maggiore intensità difensiva, fondamentale che di solito premia chi ci crede di più”.
“Eravamo una squadra di alto livello anche prima di riuscire a centrare gli ottimi e recenti risultati ma forse godevamo di meno favori del pronostico – ha proseguito il centrale veneto - ; resto comunque convinto che non dobbiamo guardare troppo in là e giocare partita dopo partita, cercando di conservare questa posizione in classifica. Già domenica a Monza ci aspetta un’altra sfida durissima, su un campo ostico. Sarà un'altra battaglia”.

 

(fonte Trentino Volley)

Commenti

Brutta tegola per la Delta Informatica, lesione ai legamenti del ginocchio per l'opposto Gloria Baldi
Il tie-break sorride ad Alta Valsugana Volley e Lagaris Rovereto, Neruda corsaro a Brescia, capitola il C9 Pregis