Nazionali

Torna in campo l'ItalTrento: domani mattina esordio contro l'Iran nella Grand Champions Cup

11.09.2017 12:09

 

Per la nazionale azzurra maschile si avvicina il momento di tornare in campo ed esordire nella Grand Champions Cup, manifestazione di alto livello internazionale in cui affronteranno nell’ordine: Iran (martedì 12 settembre alle ore 8.40 italiane); Brasile (13 settembre ore 5.40); Giappone (15 settembre ore 12.15); Francia 16 settembre (ore 8.40) e Stati Uniti (17 settembre ore 4.40). Torneo che si svolge con la formula del round robin. 
L’Italia ormai da due giorni ha raggiunto il Giappone e si allena a Nagoya, sede della prima fase del torneo: “Stiamo completando l’assorbimento del jet-leg. Ci stiamo riuscendo abbastanza bene. Dopo un paio di notti cominciamo a sentirci veramente in Giappone e non ancora in Italia. – ha dichiarato il ct Gianlorenzo Blengini - Dentro di noi c’è il piacere di disputare questa manifestazione a cui siamo stati invitati e con l’idea di dare continuità al lavoro che abbiamo iniziato a svolgere a maggio con un gruppo rinnovato e che progressivamente ha reso migliori le nostre prestazioni. Cerchiamo e vogliamo, proseguire sulla stessa strada”. 
Tutte le squadre che Buti e compagni con cui giocheranno nei prossimi giorni sono state già affrontate all’inizio del percorso di questa estate: “Qui troviamo alcune delle migliori squadre al mondo - ha proseguito il tecnico torinese - le abbiamo già tutte incontrate in questa stagione azzurra. Ritrovarle dall’altra parte della rete è importante per cercare di capire quanto siamo migliorati. Capire quali progressi abbiamo fatto dal punta di visto tecnico, sia a livello individuale che complessive della squadra”.
Con quali aspettative lo spiega Blengini: “Si tratta di una manifestazione ufficiale e quindi è importante fare risultato. Sappiamo che è un torneo competitivo e che giocheremo con alcune nazionali di grande livello mondiale, siamo consapevoli di questo e cercheremo di far del nostro meglio. – poi ha specificato il tecnico tricolore - Io mi aspetto che la squadra riesca a consolidare la propria continuità, che  ha dimostrato anche durante il Campionato Europeo. Sapevamo che eravamo migliorati e credo si sia visto. E’ chiaro che ci è rimasta un po’ qui la partita con il Belgio (nei quarti dell’Europeo ndr), una squadra formata da giocatori di qualità e di una certa esperienza, superiore a quella di alcuni nostri atleti. Il risultato di Katowice è noto e ci ha fatto male dal punto di vista emotivo, perché volevamo riuscire entrare nelle quattro, sapevamo che sarebbe stato difficile. Il Belgio è stato un po’ più bravo di noi a conquistare questa opportunità. Però mi ripeto: qua il nostro obiettivo è fare un altro passo in avanti, proseguire un cammino sul piano della continuità, dei progressi fatti e del gioco partita dopo partita”.

 

La 7ma edizione della Grand Champions Cup si svolge dal 12 al 17 settembre in due città del Giappone (Nagoya ed Osaka). Alla manifestazione sono ammesse, oltre al sestetto nipponico padrone di casa, le quattro squadre campioni continentali del 2015: Francia (Europa); Brasile (Sudamerica); Stati Uniti (Nordamerica) e Iran (Asia). Più l’Italia invitata in quanto più alta in classifica (non qualificata) nel ranking mondiale dopo i Giochi Olimpici di Rio 2016. 
Per la nazionale azzurra questa è la terza partecipazione dopo quelle nell’edizione inaugurale del 1993, vinta proprio dall’Italia; del 2005 (medaglia di bronzo) e del 2013 (ancora medaglia di bronzo).
Il torneo si svolge con la formula del round robin.

Calendario Grand Champions Cup maschile
12 settembre Nagoya: ore 5.40 Francia-Brasile; ore 8.40 Italia-Iran; ore 12.15 Giappone-Stati Uniti.
13 settembre Nagoya: ore 5.40 Brasile-Italia; ore 8.40 Stati Uniti-Iran; ore 12.15 Giappone-Francia.
14 settembre trasferimento.
15 settembre Osaka: ore 5.40 Iran-Brasile; ore 8.40 Francia-Stati Uniti; ore 12.15 Italia-Giappone.
16 settembre Osaka: ore 5.40 Stati Uniti-Brasile; ore 8.40 Francia-Italia; ore 12.15 Giappone-Iran.
17 settembre Osaka: ore 4.40 Italia-Stati Uniti, ore 7.40 Iran-Francia; ore 11.15 Giappone-Brasile.

Montepremi
La Grand Champions Cupa maschile ha un montepremi complessivo di 730mila dollari così suddiviso:
Premi di squadra: 1. 250mila: 2. 125mila; 3. 100mila; 4. 70mila; 5. 50mila; 6. 40mila. 
Premi individuali: Mvp 25mila; alzatore, opposto, 2 centrali, 2 martelli, libero 10mila ciascuno.

La squadra italiana 
La squadra italiana è composta da 14 atleti  
Palleggiatori: Simone Giannelli (75 presenze), Luca Spirito (20)
Schiacciatori: Oleg Antonov (77), Iacopo Botto, Filippo Lanza (121), Luigi Randazzo (30)
Centrali: Simone Buti (147), Daniele Mazzone (16), Matteo Piano (121), Fabio Ricci (22)
Opposto: Giulio Sabbi (119), Luca Vettori (141)
Libero: Fabio Balaso (19), Massimo Colaci  (91)

Lo staff azzurro
Commissario Tecnico: Gianlorenzo Blengini (65 panchine 41 vittorie 64 sconfitte)
Assistente Allenatore: Antonio Valentini
Medico: Diego Gaddi 
Fisioterapisti: Davide Lama e Gabriele Cavalieri
Preparatore atletico: Alberto Di Mario
Scoutman: Matteo Morando
Team Manager: Stefano Sciascia

I precedenti con le avversarie della Grand Champions Cup
Brasile: 88 partite, 34 vinte, 54 perse.
Francia: 138 partite, 73 vinte, 65 perse.
Giappone: 50 partite, 33 vinte, 17 perse.
Iran: 18 partite, 13 vinte, 5 perse.
Stati Uniti: 81 partite, 47 vinte, 34 perse.

 

(fonte Federvolley nazionale)

Commenti

Il Mosca Bruno Bolzano torna al lavoro: settimana tutta in palestra per i ragazzi di Burattini
Caccia allo sponsor per il PalaTrento: il Comune cerca chi vuole battezzare il palasport di via Fersina