A1 maschile

Anche Sora capitola al PalaTrento in tre set: il quarto posto è nelle mani della Diatec Trentino

26.02.2018 02:20

 

A poco meno di ventiquattrore di distanza, la Diatec Trentino risponde alla Calzedonia Verona, riprendendosi il quarto posto in classifica di SuperLega, che gli scaligeri le avevano momentaneamente sottratto conquistando i tre punti in palio sabato a Vibo Valentia. L’immediato ritorno al+2 in classifica rispetto ai veneti è stato velocemente realizzato grazie al successo per 3-0 di questa sera al PalaTrento sulla Biosì Indexa Sora; per staccare definitivamente il piazzamento ai piedi del podio nella stagione regolare senza dover guardare ai risultati degli avversari, ai gialloblù servirà vincere con qualsiasi punteggio il confronto del ventiseiesimo turno in casa di Monza fra sette giorni.
L’ultimo confronto casalingo del torneo ha visto Lanza e compagni imporre sin dal via il proprio elevato ritmo, facendo leva sulla buona serata del servizio (a segno direttamente 9 volte, tre solo con Kovacevic) e dell’intero fronte d’attacco, in cui hanno brillato particolarmente Vettori (mvp con 15 punti e l’81%), Eder (80% in primo tempo) e lo stesso mancino serbo, miglior marcatore della gara con 17 punti ed il 72%. Proprio la freddezza di Uros in ricostruita e la battuta di Giannelli hanno consentito alla Diatec Trentino di risolvere l’unico vero momento di difficoltà, relativo al finale di secondo set. Sotto 22-24, Trento ha annullato due opportunità per la Biosì Indexa di pareggiare i conti e poi si è imposta ai vantaggi con l’ace risolutore del regista bolzanino. Un’affermazione che ha lanciato poi i gialloblù verso il successo in tre set.
La cronaca del match. Lorenzetti non cambia lo starting six che la Diatec Trentino ha proposto regolarmente nelle ultime tre partite ufficiali: Vettori ricopre regolarmente il ruolo di opposto in diagonale a Giannelli, Lanza e Kovacevic sono la coppia di martelli di posto 4, Eder e Kozamernik al centro, De Pandis libero. La Biosì Indexa Sora si presenta al PalaTrento con Seganov in regia, Petkovic opposto, Rosso e Nielsen schiacciatori, Caneschi e Mattei centrali, Santucci libero. L’avvio della formazione di casa è lanciato: con Kozamernik al servizio Trento vola subito sul 4-0 con anche un ace di Jan e un muro di Vettori su Petkovic. Sora prova a replicare proprio con il serbo (6-4), ma poi è lo stesso martello a sbagliare e a concedere di nuovo ai gialloblù un ampio margine (8-4). Successivamente una battuta punto di Giannelli su Rosso e uno slash di Kozamernik allargano ancora la forbice (12-7); il time out di Barbiero ha il merito di rigenerare la Biosì Indexa, che al rientro in campo piazza un parziale di 0-3 che rimette il set in bilico. E’ solo un attimo, perché poi la Diatec Trentino riparte con Kovacevic a rete e Vettori al servizio facendo segnare un contro break di 6-1 (18-11). Il finale di parziale non regala altri scossoni, perché i locali continuano ad incidere al servizio (20-14) e viaggiano veloci verso l’1-0, che arriva già sul 25-15 con una splendida ricostruita vincente di Lanza.
Il secondo set sembra promettere un copione simile a quello visto nel precedente parziale, con Trento subito avanti 6-2, ma il sussulto d’orgoglio di Sora, guidato da Petkovic in attacco e da Mattei al servizio, consente ai laziali di arrivare sino al meno uno (10-9). Trento reagisce e si riporta avanti di quattro in corrispondenza del 14-10 per mano di Vettori e Kovacevic, ma anche in questo caso la Biosì Indexa ritrova la scia avversaria con il bomber del campionato scatenato (14-13), costringendo Lorenzetti ad interrompere il gioco. Alla ripresa però uno spunto di Vettori illude i gialloblù (17-14), che poi si fanno rimontare già a quota 19 e superare sul 20-22 con un altro ace di Mattei. Con Kovacevic in attacco in diagonale ed il muro di Kozamernik su Nielsen Trento annulla due palle set (24-24); Uros va a segno anche in un’altra ricostruita, offrendo l’occasione per andare sul 2-0, che Giannelli con un ace capitalizza al secondo tentativo (27-25).
Scampato il pericolo, la Diatec Trentino prova subito ad imporre un passivo importante nella parte iniziale del terzo periodo (5-2, 9-5), sfruttando l’incisività del suo servizio. Nella parte centrale è Vettori a dettare il ritmo e l’allungo dei locali a suon di servizi ed attacchi (15-9), Sora prova a replicare ma i gialloblù la tengono sempre a debita distanza (20-15). Nel finale c’è spazio anche per Cavuto e Teppan, in campo per Lanza e Vettori; il 3-0 si materializza sul 25-21.

Sapevamo che per ottenere il quarto posto finale in classifica, senza dover guardare ai risultati degli altri, dovevamo vincere le ultime due partite. Il primo successo è arrivato stasera, di fronte ad un PalaTrento che anche in questa occasione ha saputo guidarci nei momenti difficili, come accaduto nel secondo set– ha spiegato l’allenatore della Diatec Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match - . Sono contento che il nostro cammino interno in regular season si sia chiuso stasera con un successo, perché il pubblico e la dirigenza lo meritavano assolutamente. Ora ovviamente ci concentriamo sui prossimi impegni ma nel frattempo abbracciamo anche i nostri tifosi perché il campionato vissuto non è stato affatto semplice ma aver potuto contare sul loro supporto è stato assolutamente importante”.  
Fra sette giorni, domenica 4 marzo, alle ore 18 a Monza la partita che concluderà la regular season gialloblù sul campo della Gi Group. Prima di questo incontro però la Trentino Diatec affronterà anche l’ultimo impegno della Pool E di 2018 CEV Champions League, mercoledì 28 febbraio al PalaTrento contro i belgi del Noliko Maaseik. Gara compresa in abbonamento, prevendita biglietti già attiva anche su internet al link www.vivaticket.it/ita/event/trentino-diatec-noliko-maaseik/109759.

Di seguito il tabellino del match valevole per la venticinquesima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai 2017/18 giocato questa sera al PalaTrento.

Diatec Trentino-Biosì Indexa Sora 3-0
(25-15, 27-25, 25-21)
DIATEC TRENTINO: Kovacevic 17, Kozamernik 6, Vettori 15, Lanza 3, Eder 8, Giannelli 6, De Pandis (L); Chiappa (L), Zingel, Cavuto 1, Teppan, Partenio. N.e. Hoag. All. Angelo Lorenzetti.
BIOSI’ INDEXA: Seganov, Rosso 4, Caneschi 7, Petkovic 14, Nielsen 9, Mattei 3, Santucci (L); Fey. N.e. Marrazzo, Penning, Lucarelli, Duncan-Thibault, Mauti. All. Mario Barbiero.
ARBITRI: Braico di Torino e Satanassi di Ravenna.
DURATA SET: 22’, 29’, 25’; tot 1h e 16’.
NOTE: 3.129 spettatori, per un incasso di 18.666 euro. Diatec Trentino: 8 muri, 9 ace, 17 errori in battuta, 7 errori azione, 58% in attacco, 50% (25%) in ricezione. Biosì Indexa: 1 muro, 5 ace, 15 errori in battuta, 6 errori azione, 47% in attacco, 43% (17%) in ricezione. Mvp Vettori. 

 

(fonte Trentino Volley)

Commenti

Il volo dell'Argentario non si ferma nemmeno a San Zenone: arriva la sesta vittoria consecutiva
La Delta Informatica non molla mai e se la gioca alla pari con la Battistelli che, alla fine, vince 3-1