B1 femminile

Prima fatica per il nuovo Neruda Volley: a San Giacomo arriva l'Alta Valsugana Volley di B2

08.09.2017 23:09

 

Appuntamento domani, sabato 9 settembre, alle ore 16 al palazzetto di via Maso Hilber a San Giacomo, con la nuova squadra del Neruda Volley che sarà impegnata in un allenamento congiunto con l’Alta Valsugana & Progetto VolLei, formazione di giovanissime che giocherà nel campionato di B2.

L’allenamento di domani sarà un’ottima occasione per tifosi e simpatizzanti di vedere all’opera le ragazze di Samec prima dell’inizio del campionato di B1, fissato per il 15 ottobre.

Oltre ai nuovi innesti, di cui abbiamo già riferito dettagliatamente nelle ultime settimane, il team arancioblù potrà contare su un buon gruppo di ragazze promosse dalla formazione di B2 della scorsa stagione.

 

Djanet Fogagnolo, bolzanina classe 1990, meglio conosciuta come “La Gianna” si è avvicinata alla pallavolo a 7 anni ed è cresciuta con il Neruda Volley, fino a diventare una delle giocatrici più rappresentative. Dopo alcune esperienze fuori provincia, il forte opposto torna a vestire la maglia arancioblù la scorsa stagione in B2.

I miei obiettivi personali per questa stagione sono quelli di affrontare ogni partita con entusiasmo e competitività dando sempre il massimo, con tanta voglia di tornare a casa soddisfatta della prestazione della mia squadra.”

 

Aurora Bazzanella, anche lei nata a Bolzano nel 1998, è arrivata tra le file del Neruda Volley nella scorsa stagione dove ha disputato il campionato di serie B2. Cresciuta agonisticamente nel Neugries Bolzano, è passata nella stagione 2015/2016 all’ATA Volley a Trento in B1 dove ha cambiato ruolo, passando da schiacciatrice a libero.

Purtroppo nel dicembre 2016 mi sono rotta il crociato durante una partita e sono dovuto stare ferma fino a fine stagione. Quest'anno per me è un anno di riscatto per quello che non sono riuscita a fare la stagione scorsa a causa dell'infortunio. Noi ragazze non vediamo l'ora di iniziare il campionato, siamo un gruppo molto giovane e affiatato. In palestra ce la mettiamo tutta sempre. Il mio obiettivo individuale è quello di uscire dalla partita sapendo di aver dato il massimo.”

 

Claudia Fiabane, schiacciatrice friulana classe 1997, si avvicina alla pallavolo a Belluno, sua città natale, a 12 anni. Completa il percorso nelle giovanili a Pordenone, nella scuola federale di pallavolo APCD Chions. Claudia vanta diversi titoli e convocazioni importanti, tre campionati provinciali (uno U13 e due U14), le selezioni per la rappresentativa provinciale di Treviso e regionale del Friuli Venezia Giulia, due campionati provinciali e regionali U16 e un secondo posto ai campionati nazionali nella stessa categoria.

Nella stagione 2016/2017 mi sono trasferita a Bolzano per cominciare il mio percorso universitario di ingegneria e con piacere ho potuto partecipare al campionato B2 presso la società Neruda. I risultati sportivi non sono stati soddisfacenti ma ho avuto l'opportunità di essere a contatto con la prima squadra (serie A1). Con mia grande emozione sono stata onorata della convocazione in coppa Italia contro l'imoco volley Conegliano.

Per questa nuova stagione, considerato lo staff tecnico di elevato livello, le mie aspettative sono un miglioramento tecnico individuale ed un buon risultato di squadra.”

 

Ai blocchi di partenza per il campionato di B1 anche la diciottenne palleggiatrice Bianca Murer che gioca i suoi primi palloni nell’U13 del Neruda nel 2012.

Una cosa che ricordo volentieri al Neruda è il titolo provinciale vinto in U18 la stagione scorsa che è stata era una grande soddisfazione. E delle stagioni precedenti mi piace ricordare che ho sempre avuto la fortuna di avere una bellissima squadra nella quale andavamo d'accordissimo e c'era sempre un bel clima.

Per questa nuova stagione ho delle buone sensazioni, siamo tutte giovani e la squadra mi piace molto. E’ la prima volta che faccio parte di una squadra di così alto livello, e quindi sono molto emozionata per questa nuova stagione.”

 

Tra le promosse anche Johanna Micheletti, centrale del 2000, che ha iniziato a giocare a pallavolo nel 2007 nel minivolley del Neruda.

In questi 10 anni di pallavolo ho fatto tante esperienze che mi hanno fatto crescere come giocatrice e come persona. Poter partecipare con l'U18 alle finali nazionali 2017 è stata una grande soddisfazione. Sono contenta di poter far parte di questa squadra e spero che questa stagione mi dará tante soddisfazioni.”

 

Saranno a disposizione di coach Samec anche la giovanissima Lena Florian, centrale bolzanina del 2000, e le schiacciatrici, entrambe del 2001, Francesca Callegaro e Nicole Ianeselli che ha iniziato a giocare a pallavolo all'età di 7 anni. Il suo percorso nel Neruda è iniziato 5 anni fa.

Essere nel Neruda mi ha dato tante soddisfazioni: il primo anno abbiamo vinto, inaspettatamente, il nostro primo torneo U13 a Volano. L'anno successivo un'altra importante vittoria: il campionato U14 mentre quest'anno ci siamo aggiudicate sia la vittoria nel campionato U16 che quella in U18. Anche a livello personale ho raggiunto dei bei risultati con due premi come miglior attaccante, uno come MVP e l'esordio in serie B2. Quest'anno sono davvero felice di avere l'opportunità di allenarmi in B1 e fare parte di una squadra così importante mi riempie di orgoglio. Cercherò di dare sempre il meglio di me e spero di essere utile alla mia squadra, all'allenatore e alle mie compagne.”

 

Il Presidente Rudy Favretto, il consiglio direttivo, i dirigenti, gli allenatori, le compagne di squadre, le giocatrici e tutti i collaboratori di Neruda Volley esprimono profondo cordoglio ma anche affettuosa e commossa vicinanza alla giocatrice della prima squadra Claudia Fiabane e a tutta la sua famiglia per la prematura scomparsa in un tragico, maledetto incidente stradale, avvenuto ieri pomeriggio, del fratello della nostra Claudia, Elia Fiabane di appena 21 anni. Un abbraccio grande a Claudia e ai suoi cari in questo momento di profondo dolore.

 

(fonte Neruda Volley)

Commenti

Il Lagaris Volley ha il suo "grido di battaglia": #insiemesivince rappresenta la filosofia del progetto
Sorride il Mosca Bruno Bolzano, a Brunico bella vittoria in amichevole contro l'Hypo Tirol Innsbruck