A1 maschile

Il 2018 della Trentino Volley inizia subito nel modo migliore: Padova è abbattuta in tre parziali

05.01.2018 10:49

 

La Diatec Trentino conferma pure in apertura del 2018 la tradizione favorevole rispetto a Padova. Anche in un campionato come quello in corso, in cui le due formazioni sono state più vicine fra di loro in classifica rispetto al passato, i gialloblù hanno infatti fatto valere la propria legge per l’ennesima volta, conquistando la diciottesima vittoria consecutiva nel confronto diretto con la compagine veneta. 
Il tentativo di assalto al PalaTrento da parte della Kioene degli ex Nelli e Polo si è così infranto sul muro e sul servizio dei padroni di casa, bravi a chiudere la contesa in appena tre set nonostante la nuova assenza di Kovacevic (ai box per un risentimento addominale) e le imperfette condizioni di Giannelli (influenza) e Hoag (dolorante alla schiena). In realtà gli oltre 3.500 spettatori presenti non si sono accorti troppo delle difficoltà fisiche dei loro beniamini, perché lo stesso Simone è stato bravissimo a dirigere con lucidità la squadra al 60% in attacco, con i picchi di Eder (80%) e dello stesso Hoag (56% best scorer con 16 punti). Di fronte a queste prestazioni Padova è riuscita a reagire solo in avvio del secondo set, sprecando però un incoraggiante vantaggio (0-7, 13-16 e 18-21) di fronte ai servizi del centrale brasiliano (alla fine giustamente premiato mvp tenendo conto anche dei tre muri realizzati) e al cospetto di una grande reazione d’orgoglio gialloblù. Vinto quel set, la strada verso il primo 3-0 casalingo della stagione in SuperLega è stata tutta in discesa. L’ottavo successo di fila in SuperLega permette alla Diatec Trentino di salire momentaneamente al quarto posto in classifica grazie alla contemporanea sconfitta in quattro set a Perugia di Verona, che però deve recuperare ancora una partita.
La cronaca del match. Lorenzetti deve fare di nuovo a meno di Kovacevic (risentimento addominale) e ripropone quindi nello starting six la diagonale di posto 4 Hoag-Lanza, oltre a Giannelli in regia, Teppan opposto, Kozamernik e Zingel al centro, De Pandis e Chiappa in alternanza nel ruolo di libero. La Kioene Padova schiera Travica al palleggio, Nelli opposto, Cirovic e Randazzo come schiacciatori, Volpato e Polo centrali, Balaso libero. L’avvio della formazione di casa, guidata da Eder, è bruciante, tant’è vero che dopo l’iniziale 3-0 i gialloblù accelerano (8-5, 13-7), sfruttando il muro del brasiliano e l’ace di Hoag. Baldovin interrompe il gioco ma senza trovare risposte convincenti dai suoi, che diventano sempre più fallosi, concedendo il fianco all’allungo della Diatec Trentino (15-8, 20-12), sempre più convinta e padrona del campo. Il 25-14 arriva in fretta e rompe una maledizione: mai prima di questa circostanza, Trento aveva vinto in casa il parziale d’apertura in questa SuperLega.
Alla ripresa del match si spegne però la luce nella metà campo gialloblù, con Padova che si porta avanti addirittura 0-7 nel secondo set; Trento non riesce a realizzare cambiopalla, sbagliando tantissimo. Lorenzetti spende entrambe i time out a disposizione e i suoi riprendono il filo del gioco mostrato in precedenza; con Teppan e Eder a muro i locali si riavvicinano agli ospiti (6-12, 10-13). La fase centrale è molto combattuta e caratterizzata da continui cambiopalla; la Diatec Trentino risale ancora sino al meno due (14-16, 18-20). La differenza nel finale la fanno i servizi di Eder, che ricuciono lo strappo sino al (23-23) e gli attacchi di Hoag. I gialloblù mettono la freccia e si portano sul 2-0 (27-25) alla terza palla set, approfittando di una doppia di Randazzo.
Nella terza frazione la Diatec Trentino non concede più nulla e lo fa capire sin dai primi scambi, mettendo in mostra uno splendido Lanza (5-2). Baldovin sul 12-6 ha già speso tutti i time out a suo disposizione ma non ha più alcuna arma per fermare la corsa lanciata dei gialloblù che, con Hoag affondano sovente il colpo, (16-10). Padova lascia in fretta il campo, diventa oltremodo fallosa al servizio e alza definitivamente bandiera bianca già sul 25-17.

Abbiamo dovuto fare i conti con qualche problema fisico proprio nell’immediata vigilia e quindi a maggior ragione questo è un risultato importantissimo, colto grazie ad una grande prova non solo dei giocatori ma anche dello staff che è riuscito a mettere in campo la squadra – ha dichiarato l’allenatore della Diatec Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match - . Sono felice perché questo match nascondeva molti rischi, che siamo stati bravi a gestire bene, affrontandoli con lo spirito giusto in ogni momento. Forse non siamo stati sempre belli ma otto vittorie consecutive in campionato sono un importante segnale di continuità che va sicuramente celebrato”.

Per la Diatec Trentino appena due giorni, prima di tornare in campo di nuovo al PalaTrento domenica 7 gennaio per la sfida valevole per il sedicesimo turno di SuperLega contro la Bunge Ravenna (ore 18). Prevendita biglietti già attiva attraverso i consueti canali di distribuzione ed in particolare su internet al link diretto http://www.vivaticket.it/ita/event/diatec-trentino-ravenna/108086.


Di seguito il tabellino del match valevole per la quindicesima giornata di regular season di SuperLega UnipolSai 2017/18 giocato questa sera al PalaTrento.

Diatec Trentino-Kioene Padova 3-0
(25-14, 27-25, 25-17)
DIATEC TRENTINO: Kozamernik 8, Teppan 9, Hoag 16, Eder 11, Giannelli 3, Lanza 4, De Pandis (L); Chiappa (L), Kovacevic, Vettori, Zingel 1, Cavuto e Partenio.. All. Angelo Lorenzetti.
KIOENE: Randazzo 8, Volpato 6, Travica 1, Cirovic 5, Polo 5, Nelli 11, Balaso (L); Premovic, Koprovica, Gozzo. N.e. Peslac, Sperandio, Scanferla. All. Valerio Baldovin.
ARBITRI: Zavater di Roma e Satanassi di Ravenna.
DURATA SET: 20, 34’, 23’; tot 1h e 17’.
NOTE: 3.506 spettatori, per un incasso di 24.864 euro. Diatec Trentino: 8 muri, 7 ace, 14 errori in battuta, 4 errori azione, 60% in attacco, 60% (40%) in ricezione. Kioene: 5 muri, 2 ace, 18 errori in battuta, 5 errori azione, 45% in attacco, 38% (26%) in ricezione. Mvp Eder.
 

(fonte Trentino Volley)

Commenti

Il 2018 del Mosca Bruno Bolzano si apre con un punto conquistato sul campo di Lagonegro
Europei Under 18: inizia bene il cammino nelle qualificazioni di Bulovic e Leoni, doppia vittoria