A1 maschile

In quattro set la Lube Civitanova si porta sul 2-0 nella serie di semifinale scudetto contro l'Itas Trentino

20.04.2019 00:03

 

L’Eurosuole Forum respinge per l’ennesima volta il tentativo di assalto dell’Itas Trentino. Anche gara 2 di Semifinale Play Off Scudetto Credem Banca 2019 è infatti della Cucine Lube Civitanova, che in questo caso per ottenere il punto del 2-0 nella serie ha potuto chiudere il discorso già in quattro set, confermando l’imbattibilità casalinga che dura da diciannove partite e come il nuovo impianto marchigiano sia tutt’ora inviolabile per Trentino Volley.
Non è bastata una partenza sprint alla formazione di Angelo Lorenzetti per avere la meglio dei marchigiani di fronte al proprio pubblico; dopo un primo set vinto nettamente grazie soprattutto a grandi numeri in attacco (59% a rete), i gialloblù hanno infatti dovuto subire il prepotente ritorno dei cucinieri. Il servizio, sempre più affilato, di Juantorena, Simon e Leal e la varietà degli attacchi proposti da Bruno hanno infatti consentito a Civitanova di risalire velocemente la china nel secondo set e poi di vincere anche il braccio di ferro del successivo parziale, prima di dilagare nella quarta frazione. Sugli scudi in questo caso Leal (mvp e best scorer con 23 punti), a cui ha saputo replicare solo in parte il solito Kovacevic (18 col 46% a rete) ed un Lisinac apparso in crescita di condizione (64% in primo tempo con due muri). Per non terminare la propria stagione, ora l’Itas Trentino dovrà necessariamente vincere gara 3 in programma lunedì sera di nuovo alla BLM Group Arena (ore 18.30).
La cronaca di gara 2. Gli starting six proposti dai due tecnici non differiscono rispetto a quelli visti in campo nella parte finale del match di martedì sera alla BLM Group Arena. Lorenzetti conferma Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell in banda, Candellaro e Lisinac al centro e Grebennikov libero. De Giorgi presenta la Cucine Lube con Bruno alzatore, Sokolov opposto, Juantorena e Leal laterali, Diamantini e Simon al centro, Balaso libero. L’inizio di Trento è molto convincente; Lisinac va a segno ripetutamente e tiene stretto il break point ottenuto in apertura da Kovacevic (3-1, 7-5). Due errori consecutivi di Russell consentono ai padroni di casa di pareggiare i conti a quota sette e di mettere la freccia (8-7). L’Itas Trentino non si scompone e riparte ancora con Uros e con un muro a uno di Vettori su Sokolov, che consegna il +3 esterno (13-10) e che costringe i marchigiani a chiamare time out. Alla ripresa però sono ancora i gialloblù a fare la voce grossa con lo schiacciatore mancino (anche un ace) e l’opposto emiliano per il +5 che arriva sul 16-11. Un’altra battuta punto, stavolta di Vettori, aumenta ancora la distanza fra le due formazioni (19-13), che diventa massima quando anche Candellaro va a segno due volte in fase di break point (22-15). Il set si conclude quindi velocemente, già sul 25-16.
La reazione della Cucine Lube arriva immediatamente e già in apertura del secondo set, per mano di Leal, che quasi da solo realizza l’iniziale 2-5. Il time out di Lorenzetti rimette in carreggiata gli ospiti (5-5), che poi però subiscono di nuovo il servizio dello stesso cubano e i muri dei marchigiani (7-10, 8-13). Trento sbanda in ricezione e lascia spazio all’assolo dei padroni di casa (18-10, 21-11), che con Juantorena si lanciano velocemente verso il punto dell’1-1. Lorenzetti propone diversi cambi (dentro Nelli, Van Garderen e Cavuto), senza però trovare una risposta convincente da parte dei suoi, se non proprio nelle battute finali (da 23-15 a 25-18).
Il terzo periodo si apre nel segno dell’equilibrio (3-3, 6-6), che regna a lungo con le due squadre che si alternano al comando dello stesso (11-12, 15-14) regalando grande spettacolo ai quasi quattromila spettatori accorsi. Il break firmato da Sokolov regala il +2 alla Cucine Lube (16-18), che poi diventa +3 con Leal (17-20, time out Lorenzetti). Candellaro mura il bulgaro (21-22), poi però ci pensa Simon a proteggere il minimo vantaggio sino in fondo (23-25).
Sull’onda dell’entusiasmo, la Cucine Lube parte bene anche nel quarto parziale, scappando via sul 3-5 e poi anche sul 7-10, dopo che Trento (con Nelli in campo da titolare) l’aveva ripresa sul 7-7 grazie a Russell. Leal e Sokolov però non concedono sconti e lanciano i locali verso un vantaggio sempre più netto (9-12, 10-16) che sancisce il 3-1 casalingo già sul 13-25.
Questa sera i nostri giocatori sono stati più disciplinati nel rispettare le consegne, ma nonostante questa applicazione il risultato è stato negativo – è stata l’analisi a fine partita dell’allenatore di Trentino Volley Angelo Lorenzetti . Credo che questo sia dovuto ad una precisa differenza tecnica fra le due squadre, che in questa occasione è emersa in maniera evidente. Quando siamo andati sotto nel punteggio abbiamo perso sicurezza e non siamo stati capaci di rimontare, perdendo incisività in battuta e in attacco, ma questo oggi è avvenuto, ripeto, in virtù di un gap tecnico, che non siamo riusciti a colmare”.
La serie di Semifinale si sposterà di nuovo a Trento; lunedì 22 aprile alle ore 18.30 la BLM Group Arena ospiterà infatti gara 3. Prevendita biglietti già attiva, anche su internet cliccando www.trentinovolley.it/ticketonline.  

Di seguito il tabellino di gara 2 di semifinale dei Play Off Scudetto Credem Banca 2019 giocata stasera alla BLM Group Arena.

Cucine Lube Civitanova-Itas Trentino 3-1
(16-25, 25-18, 25-23, 25-13)
CUCINE LUBE: Leal 23, Diamantini 3, Bruno 3, Juantorena 12, Simon 13, Sokolov 14, Balaso (L); Kovar, D’Hulst, Cantagalli. N.e. Marchisio, Massari, Stankovic e Cester. All. Ferdinando De Giorgi.
ITAS TRENTINO: Russell 6, Candellaro 7, Giannelli 3, Kovacevic 18, Lisinac 9, Vettori 8, Grebennikov (L); Van Garderen, Nelli 4, Cavuto 1. N.e. Daldello, De Angelis, Codarin. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Santi di Città di Castello (Perugia) e Vagni di Perugia.
DURATA SET: 25’, 26’, 34’, 22’; tot 1h e 47’.
NOTE: 3.851 spettatori, per un incasso di 57.079euro. Cucine Lube Civitanova: 6 muri, 7 ace, 15 errori in battuta, 6 errori azione, 52% in attacco, 43% (16%) in ricezione. Itas Trentino: 11 muri, 6 ace, 13 errori in battuta, 7 errori azione, 44% in attacco, 43% (21%) in ricezione. Mvp Leal.
 

 

(fonte Trentino Volley)

 

Commenti

I tifosi di Trentino Volley, Perugia e Modena uniti nel protestare verso la Lega per le date delle semifinali
I nostri video: Russell, Cavuto e Mosna si godono la vittoria ottenuta stasera contro la Lube in gara-3