A1 maschile

Soffrendo e stringendo i denti contro una coriacea Vibo, ma l'Itas Trentino inizia il proprio 2020 in casa con un successo

19.01.2020 23:03

 

L’Itas Trentino archivia la prima settimana di gare ufficiali del 2020 col massimo bottino possibile. Dopo il 3-0 conseguito giovedì sera a Monza, i gialloblù hanno concesso il bis anche stasera, nel debutto casalingo di fronte al proprio pubblico, regolando stavolta in quattro set pure la Tonno Callipo Calabria. I conseguenti tre punti conquistati per la classifica nella partita valevole per il sedicesimo turno di SuperLega Credem Banca consentono a Giannelli e compagni di restare al quarto posto in classifica, da condividere con quella Milano che Trento sfiderà a domicilio giovedì sera nella gara unica dei quarti di finale di Coppa Italia.
L’Itas Trentino vi arriverà con alle spalle segnali incoraggianti soprattutto nel lavoro svolto fra muro e difesa; confermando la buona impressione destata in questi due fondamentali a Monza, i gialloblù si sono costruiti tantissime occasioni di break point grazie alla straordinaria prova della loro seconda linea ed in particolare di Grebennikov, giustamente votato mvp del match. Ci hanno pensato poi Vettori e Russell nei primi due set (vinti gestendo il vantaggio creato già metà parziale) e Cebulj nel quarto a indirizzare il risultato, dopo aver subito un solo momento di black out in corrispondenza del terzo periodo. L’opposto emiliano alla fine è risultato il best scorer gialloblù con 14 punti, di cui tre a muro; in doppia cifra anche i martelli in una serata poco condizionata dagli ace (appena quattro fra le due formazioni).
La cronaca del match. Lorenzetti conferma i sette giocatori visti in campo durante tutta la partita di giovedì a Monza, preferendo nuovamente Cebulj a Kovacevic in diagonale a Russell; gli altri titolari sono Giannelli in regia, Vettori opposto, Lisinac e Candellaro al centro, Grebennikov libero. La Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia si presenta alla BLM Group Arena con Baranowicz al palleggio, Aboubacar opposto, Carle e Defalco schiacciatori, Mengozzi e Chinenyeze al centro, Rizzo libero. L’iniziale equilibrio (5-5) viene rotto da una strepitosa difesa di Grebennikov, che propizia la ricostruita di Russell (7-5) e fa accendere i padroni di casa, che poi accelerano ancora con Cebulj (mani out per il 9-6). Gli ospiti non demordono e recuperano immediatamente (9-9), sfruttando un muro di Chinenyeze su Candellaro ed un errore dello stesso martello sloveno. Vettori (cambiopalla e break point) e Russell (muro su Aboubacar) riporta in fuga i gialloblù, costringendo Cichello ad interrompere il gioco (14-11). Alla ripresa l’Itas Trentino non cala la concentrazione, porta il vantaggio a +4 (muro di Giannelli su Carle per il 16-12) ed in seguito gestisce il margine in maniera oculata (19-15, 21-18, 24-21) per andare al cambio di campo sull’1-0 interno (25-23), soffrendo un po’ solo nel finale.
Il copione si ripete nel secondo set, con Vibo Valentia che regge il ritmo dei trentini nella prima metà del set (7-7), regolata poi dai muri di Candellaro e Vettori (10-7, time out Cichello). I padroni di casa sono un treno in corsa che prende sempre più velocità (12-9, 15-10), anche perché Grebennikov difende qualsiasi cosa passi dalle sue parti ed offre ai compagni occasioni di break point in serie. La Tonno Callipo Calabria prova a reagire con grande spirito di squadra; Cichello inserisce Ngapeth per Carle, ma sono Defalco e Chinenyeze a fare la voce grossa in attacco e a muro, riportando progressivamente gli ospiti in partita (19-16, 20-19). Trento fiuta il pericolo e non si concede più distrazioni, capitalizzando con Russell la seconda occasione (25-23).
La reazione dei calabresi si materializza in avvio di terzo periodo; l’Itas Trentino viene travolta da una Tonno Callipo efficacissima a muro ed in contrattacco (0-3 e poi anche 0-6); Lorenzetti inserisce allora Djuric, Codarin e Sosa Sierra rispettivamente al posto di Vettori, Lisinac e Cebulj. Mitar fatica ad entrare in partita, mentre il cubano fa subito il suo dovere in attacco e a muro, rilanciando le speranze dei locali (7-11). Il time out di Cichello è provvidenziale per i giallorossi, che dopo trenta secondi di pausa in panchina ripartono con Aboubacar ed Ngapeth (9-16, 10-20), approfittando anche delle pause dei gialloblù, molto fallosi a rete. Il 2-1 nel computo dei set arriva quindi già sul 13-25, dopo che il tecnico trentino aveva rigettato nella mischia Cebulj e Vettori.
Subita la severa lezione, l’Itas Trentino riordina le idee e riparte di slancio nel terzo (da 4-4 a 9-6) con i break point che passano dalle mani di Vettori. Cichello non interrompe il gioco, ma la sua squadra riprende comunque quota, trovando il pareggio già sul 10-10 con un paio di buoni spunti di Defalco. I gialloblù producono un altro strappo con Cebulj (15-12), ma la Tonno Callipo Calabria con Aboubacar ricuce ancora lo strappo (17-16, time out di Lorenzetti); un muro di Vettori e uno slash di Cebulj (22-18) indirizzano definitivamente il match verso il fronte trentino: 25-21 e 3-1 finale.

“Voglio ringraziare la Curva Gislimberti perché anche nel momento più difficile non ha mai smesso di incitarci - ha dichiarato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match – . In un campionato così competitivo come la SuperLega si deve accettare di soffrire nel corso del match; ci è successo in particolar modo nel terzo set ma siamo stati bravi a ripartire subito nel parziale successivo. Fra muro e difesa abbiamo offerto sicuramente una prestazione solida, mostrando i miglioramenti per cui lavoriamo tutti i giorni".

L’Itas Trentino tornerà a giocare una partita di SuperLega solo il 2 febbraio a Piacenza, mentre nei prossimi dodici giorni si dedicherà prima ai quarti di finale di Coppa Italia (giovedì 23 a Milano) e poi alla Pool A di 2020 CEV Champions League (domenica 26 a Civitanova Marche, giovedì 30 a Istanbul).

Di seguito il tabellino del match valevole per il sedicesimo turno di regular season di SuperLega Credem Banca 2019/20 giocato questa sera alla BLM Group Arena di Trento.

Itas Trentino-Tonno Callipo Calabria Vibo Valentia 3-1
(25-23, 25-23, 13-25, 25-21)
ITAS TRENTINO: Candellaro 7, Vettori 14, Cebulj 10, Lisinac 5, Giannelli 3, Russell 12, Grebennikov (L); Daldello, Sosa Sierra 4, Djuric, Codarin 2. N.e. De Angelis e Kovacevic.  All. Angelo Lorenzetti.
TONNO CALLIPO CALABRIA: Defalco 22, Chinenyeze 7, Aboubacar 17, Carle 6, Mengozzi 8, Baranowicz 3, Rizzo (L); Vitelli, Hirsch 1, Ngapeth 6, Marsilli. All. Juan Manuel Cichello.
ARBITRI: Puecher di Padova e Caretti di Roma.
DURATA SET: 32’, 29’, 26’, 27’; tot 1h e 54’.
NOTE: 3.339 spettatori, per un incasso di 27.469 euro. Itas Trentino: 9 muri, 2 ace, 15 errori in battuta, 6 errori azione, 44% in attacco, 53% (26%) in ricezione. Tonno Callipo Calabria: 11 muri, 2 ace, 25 errori in battuta, 5 errori azione, 54% in attacco, 44% (17%) in ricezione. Mvp Grebennikov.

 

(fonte Trentino Volley)

 

Commenti

Infermeria piena, per l'UniTrento Volley è emergenza e così Cisano ne approfitta per sbancare il Sanbapolis
B maschile: doppio ko per i sestetti regionali, Metallsider e Lagaris capitolano con Zanè e Massanzago