A1 maschile

Champions League: per il Coronavirus i polacchi dello Jastrzębski Węgiel non vogliono venire a Trento, che succederà?

03.03.2020 00:30

 

di Nicola Baldo

 

E se giovedì, alla fine, la Trentino Itas vincesse a tavolino? È una possibilità, ma ancora è tutto molto fumoso quello che circonda il match valido per l'andata dei quarti di finale di Champions League, in programma giovedì 5 marzo alla Blm Group Arena di Trento. Da un lato la squadra polacca dello Jastrzebski Wegiel che, anche stasera, ha ribadito di non voler venire in Italia per timore del Coronavirus. Dall'altra, invece, Trentino Volley che ha ribadito l'assoluta sicurezza della situazione in Trentino. In mezzo a queste posizioni, inconciliabili, ecco che arriva il classico fulmine a ciel sereno. Parliamo del primo caso di Coronavirus ad una residente del Trentino accaduto: una donna di 83 anni ricoverata al Santa Chiara di Trento (leggi QUI).

 

Nella giornata di martedì le autorità provinciali decideranno il da farsi. È chiaro che se la Provincia dovesse chiudere scuole, palestre ed altri luoghi di aggregazione allora la palla passerà alla Cev, ma sarebbe difficile non rinviare la partita o non spostare sia l'andata sia il ritorno in campo neutro.

 

Se, invece, le autorità provinciali dovessero prendere dei provvedimenti (porte chiuse?) ma senza chiudere gli impianti, allora si potrebbe giocare in via Fersina. Ma, a quel punto, lo Jastzebski Wegiel verrà? Difficile, se non impossibile. Visto che anche nella serata di oggi la società polacca ha pubblicato sul proprio sito internet un comunicato nel quale annuncia di non voler venire a giocare in Italia, proponendo l'Austria come campo neutro, per timore del Coronavirus.

 

Di seguito il comunicato pubblicato dalla società polacca dello Jastrzebski Wegiel.

 

Comunicazione del 2 marzo 2020. sulla posizione del consiglio di amministrazione di KS Jastrzębski Węgiel S.A. in merito al quarto di finale di Champions League contro il Trentino Itas n. 5-003.

 

In relazione al cambiamento di posizione della Confederazione europea della pallavolo CEV del 28 febbraio 2020 e la dichiarazione del CEV del 01/03/2020 sulla possibilità di posticipare le partite programmate nel periodo dal 3 al 5 marzo 2020 nell'ambito delle coppe europee a causa dell'attuale minaccia Coronavirus, KS Jastrzębski Węgiel S.A. il 02/03/2020 la mattina ha fatto domanda al dipartimento di pallavolo del CEV con una richiesta ufficiale di rinviare la data della partita prevista per il 05.03.2020 a Trento.

 

Allo stesso tempo, oggi abbiamo fatto domanda al club Trentino Itas per giocare entrambe le partite dei quarti di finale di Champions League su un terreno neutrale. Durante il giorno siamo stati in grado di ottenere e confermare almeno una località disponibile in Austria, dove potrebbero svolgersi tali incontri.

 

Durante il giorno abbiamo condotto una comunicazione a tre vie sulla linea: club di Trento, CEV, Jastrzębski Węgiel. A causa delle conclusioni e dei timori dei giocatori derivanti dai pericoli dell'epidemia di Coronavirus prevalente nel Nord Italia, il nostro Club ha mantenuto la sua posizione in merito al trasferimento della partita in un luogo diverso dall'Italia. Tuttavia, i dirigenti del club Trentino Itas hanno mantenuto la loro posizione in merito alla prontezza a giocare prevista per il 05/03/2020 nel loro palasport, perché secondo la loro opinione - in base alla posizione del governo italiano, che non ha introdotto restrizioni in Italia - non vi sono minacce associate a giocare questa partita nel loro palasport.

 

I colloqui tra i due club con la partecipazione del rappresentante del CEV non hanno portato ad alcun accordo e la Confederazione europea della pallavolo ha dichiarato che avrebbe preso una decisione in merito, ma ad oggi nessuna decisione della CEV è giunta.

 

In questa situazione, tenendo conto, in particolare, delle preoccupazioni e dei disagi della nostra squadra, senza escludere la possibilità di una possibile quarantena dei nostri giocatori e dello staff, il che comporterebbe l'incapacità di continuare la partecipazione della nostra squadra alle competizioni nazionali, in quanto presidente del consiglio di amministrazione del club, tenendo conto delle argomentazioni puramente umane dei giocatori, decisione di annullare il viaggio della nostra squadra nel quarto di finale di Champions League n. 5-003 con il Trentino Itas a Trento.

 

Allo stesso tempo, dichiariamo che siamo ancora pronti a giocare i quarti di finale su un terreno neutrale o nella nostra sala di Jastrzębie-Zdrój e in questa materia stiamo ancora aspettando lo stand ufficiale CEV.

 

Adam Gorol

Presidente del consiglio di amministrazione

KS Jastrzębski Węgiel S.A.

 

 

 

Commenti

In una Blm Group Arena con i soli abbonati l'Itas Trentino supera in tre parziali la cenerentola Globo Sora
La Cev conferma la partita di Champions League: ma giovedì i polacchi si presenteranno a Trento?