A1 maschile

Diego Mosna blinda Simone Giannelli: "Non vogliamo privarci del nostro capitano, elemento fondamentale per l'Itas Trentino"

10.02.2020 14:18

 

di Nicola Baldo

 

Simone Giannelli non lascerà Trento nella prossima finestra di mercato. Da parte di Trentino Volley, infatti, non c'è la volontà assolutamente di privarsi del talentuoso palleggiatore bolzanino. A confermare quella che è una volontà conclamata da tempo sono le parole, pubblicate nella mattinata di oggi, direttamente dal presidente della società trentina Diego Mosna. Sul suo profilo Facebook personale, infatti, il numero uno dell'Itas Trentino ha, da un lato, ribadito l'incedibilità del palleggiatore altoatesino e, dall'altra, ha fatto una riflessione sui costi ormai raggiunti nel volley mercato.

 

Di seguito ecco l'intervento integrale pubblicato da Diego Mosna.

 

I primi mesi dell'anno, per la pallavolo italiana e mondiale,sono tradizionalmente quelli in cui le Società iniziano a programmare la stagione successiva e a guardarsi attorno, scatenando inevitabilmente tante voci, talvolta anche incontrollate, di mercato.


A tal proposito mi preme precisare quanto segue.:

 

- E’ normale che qualsiasi avversaria sogni di poter avere nel proprio organico Simone Giannelli; è un giocatore di altissimo livello ma negli ultimi mesi il suo nome è stato associato a Civitanova e Perugia senza che Trentino Volley l’abbia mai messo sul mercato. Ribadisco quindi con forza che non è nostra intenzione privarci del nostro Capitano, elemento fondamentale per Trentino Volley non solo per il suo indiscutibile valore di atleta ma anche per l’uomo che è diventato negli ultimi dieci anni crescendo con addosso la nostra maglia. La ritengo fra le pedine più importanti per continuare a costruire un futuro di alto livello.
- Credo che la smania di voler creare roster sempre più competitivi stia portando il mondo della pallavolo a valutazioni esagerate e ad una corsa al rialzo rispetto alle offerte da presentare a giocatori sicuramente di grande peso specifico ma non tali da giustificare certe cifre.
- Il mercato è in continua evoluzione anche per Trentino Volley ed è normale che la nostra Società si stia guardando attorno e muovendo, fortunatamente con meno ansia e foga delle dirette concorrenti.

 

L’auspicio è che queste mie considerazioni portino ad una riflessione generale, prima di non poter più venir meno ad una spirale di costi che a mio giudizio sta diventando davvero abnorme.
In ogni caso, buona pallavolo a tutti

 

Diego Mosna

Commenti

Verona-Trentino 2-0, Cerea e Peschiera hanno la meglio in quattro set contro Lagaris Rovereto e Marzola
La Champions League ritorna alla Blm Group Arena: giovedì sera con derby per la Trentino Itas contro la Lube