A1 maschile

In una Blm Group Arena con i soli abbonati l'Itas Trentino supera in tre parziali la cenerentola Globo Sora

03.03.2020 00:14

 

L’Itas Trentino riprende la sua corsa in SuperLega Credem Banca grazie al netto successo conquistato questa sera fra le mura amiche contro Sora nell’anticipo del venticinquesimo turno. In una BLM Group Arena a capienza limitata per ottemperare alle ordinanze locali sull’emergenza Coronavirus, la squadra allenata da Lorenzetti ha ritrovato la vittoria in campionato che le mancava dal 9 febbraio (3-2 a Padova), dimostrando di aver sfruttato pienamente lo stop forzato di otto giorni senza impegni ufficiali per migliorare il proprio gioco.


La Globo Banca Popolare del Frusinate non è riuscita infatti mai a tenere il ritmo dei padroni di casa, efficaci a rete in particolar modo con Kovacevic (mvp e best scorer della sfida con 16 punti, il 58% in attacco e due muri). Fra i gialloblù bene anche Sosa Sierra (9 punti nella seconda metà del match dopo essere subentrato a Russell ed autore di 9 punti con l’80% a rete) ed il solito Lisinac, a segno con due ace, due block ed il 60% in primo tempo. In doppia cifra anche Russell, a segno dieci volte col 50% a rete.

 

La cronaca del match. L’Itas Trentino recupera Kovacevic, che Lorenzetti propone subito in campo assieme al compagno di reparto di posto 4 Russell; Giannelli in regia, Vettori opposto, Lisinac e Candellaro centrali e Grebennikov libero sono gli altri cinque giocatori proposti nello starting six gialloblù. Sora si presenta alla BLM Group Arena con Radke al palleggio, Miskevich opposto, Van Tilburg e Grozdanov schiacciatori, Scopellitti e Di Martino al centro, Sorgente libero. L’inizio della sfida è marce basse per i gialloblù, che faticano ad esprimere il proprio gioco (1-3, 5-6) e tengono il ritmo degli avversari pur con qualche errore di troppo in battuta, che non agevola qualsiasi tentativo di fuga (8-8, 12-12). L’accelerata arriva con Russell al servizio; l’americano realizza un ace e propizia un altro break point, trasformato da Uros per il 16-13, poi è il muro trentino a fare buona guardia (18-14). Non si tratta però dello spunto decisivo, perché i laziali risalgono sino al meno uno (20-19), approfittando delle difficoltà a rete di Vettori; il time out di Lorenzetti schiarisce le nuvole e Trento dilaga di nuovo (23-19) e va al cambio di campo sul 25-21 (attacco di Russell).
Il copione non cambia nel secondo set; Lorenzetti mantiene in campo Codarin al posto di Candellaro (avvicendamento avvenuto già a metà del precedente periodo) ma i suoi ragazzi impiegano qualche minuto prima di prendere pienamente possesso delle operazioni del gioco (da 7-7 a 10-7) grazie agli spunti dei serbi Kovacevic e Lisinac. Si mette in luce anche Vettori (13-8, 16-10) e per Sora diventa impossibile rispondere colpo su colpo, travolta dall’efficacia a rete ed in battuta di Russell (20-12). Il 2-0 arriva sul 25-18, con anche Sosa Sierra in campo per lo stesso Aaron negli scambi finali; il cubano mette a terra proprio l’ultimo pallone.

Nella terza frazione la reazione della Globo Banca Popolare del Frusinate dura appena qualche minuto, il tempo per i gialloblù di risalire dall’1-3 e spingersi avanti sul 9-6 con gli spunti di Kovacevic e Giannelli (ace). Nella formazione titolare c’è ancora Sosa Sierra, che in attacco ed in battuta offre un bel contributo alla causa per far scappare via definitivamente i gialloblù (15-9, 17-11) verso il 3-0 che si materializza sul 25-17 con anche Daldello e De Angelis in campo.

“Abbiamo faticato a prendere il ritmo, giocando una pallavolo alterna ma dopo la Final Four di Coppa Italia abbiamo lavorato molto in palestra e non essere brillantissimi era un’ipotesi da tenere in considerazione - ha dichiarato l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti al termine del match – . C’è stata comunque la giusta energia positiva anche grazie a chi è entrato in corso d’opera. Far giocare Codarin, Daldello e Sosa Sierra stasera è stato il modo per ringraziarli per il lavoro che fanno e per la pazienza che hanno, perché in una SuperLega così competitiva non è sempre semplice trovare spazio a tutti".

Il prossimo impegno in SuperLega è programmato già per domenica 8 marzo, quando l’Itas Trentino farà di nuovo visita alla Cucine Lube Civitanova per il ventitreesimo turno di regular season (ore 18). Prima di quel match, i gialloblù saranno di scena di nuovo alla BLM Group Arena giovedì 5 marzo alle ore 20.30 per affrontare i polacchi dello Jastrzebski Wegiel nella gara d’andata dei quarti di finale di 2020 CEV Champions League.


Di seguito il tabellino dell’anticipo del venticinquesimo turno di regular season di SuperLega Credem Banca 2019/20 giocato questa sera alla BLM Group Arena di Trento.

Itas Trentino-Globo Banca Popolare del Frusinate Sora 3-0
(25-21, 25-18, 25-17)
ITAS TRENTINO: Vettori 9, Kovacevic 16, Lisinac 7, Giannelli 2, Russell 10, Candellaro 1, Grebennikov (L); Codarin 1, Sosa Sierra 9, Daldello, Cebulj, De Angelis. (L).  N.e. Michieletto.  All. Angelo Lorenzetti.
GLOBO BANCA POPOLARE DEL FRUSINATE: Miskevich 8, Van Tilburg 8, Di Martino 3, Radke 1, Grozdanov 8, Scopelliti 3, Sorgente (L); Mauti (L), Fey, Alfieri, Battaglia 2. All. Maurizio Colucci.
ARBITRI: Piperata di Bologna e Pozzato di Bolzano.
DURATA SET: 26’, 23’, 26’; tot 1h e 15’.
NOTE: Itas Trentino: 5 muri, 6 ace, 16 errori in battuta, 3 errori azione, 52% in attacco, 49% (23%) in ricezione. Globo Banca Popolare del Frusinate: 4 muri, 2 ace, 9 errori in battuta, 10 errori azione, 39% in attacco, 43% (22%) in ricezione. Mvp Kovacevic.

 

(fonte Trentino Volley)

 

Commenti

Delta Informatica, riuscito l'intervento ad Elisa Moncada, il 18 marzo si recupera contro Martignacco
Champions League: per il Coronavirus i polacchi dello Jastrzębski Węgiel non vogliono venire a Trento, che succederà?