A1 maschile

Con le unghie e con i denti l'Itas Trentino porta via un prezioso punticino dal campo della Lube Civitanova

04.11.2018 23:25

 

Il big match del quinto turno di regular season SuperLega Credem Banca 2018/19 è della Cucine Lube Civitanova. L’Eurosuole Forum ha respinto per l’ottava volta consecutiva l’assalto dell’Itas Trentino, scesa nelle Marche per provare finalmente a violare l’impianto dei biancorossi (impresa mai riuscita prima d’ora), ma costretta a dover fare i conti, dopo oltre due ore di battaglia, con la seconda sconfitta stagionale in campionato, in questo caso per arrivata solo al tie break.


Per buona parte del match la formazione gialloblù ha infatti venduto carissima la propria pelle sul campo dei marchigiani, riuscendo a conquistare due volte il vantaggio esterno (1-0 e poi 2-1) grazie ad una qualità di gioco elevata, prima di subire la rabbiosa rimonta dei padroni di casa. Con una prova di livello a muro (11 vincenti, tre solo di Lisinac) ed in attacco (58% di squadra, col 68% di Kovacevic), i trentini hanno dato l’impressione di poter conquistare il successo sino all’ultimo, ma a gioco lungo hanno pagato la scarsa produttività del loro servizio e le difficoltà su ricostruita, al cospetto di una Cucine Lube cha potuto contare sino in fondo su un trio di palla alta molto efficace: 21 punti per Leal, 20 per Sokolov e 18 per Juantorena. I 27 punti di Kovacevic e la convincente prestazione di Russell (impiegato solo da metà del terzo set per Van Garderen) sono comunque spunti positivi da cui ripartire, così come l’apporto fornito a rete da Nelli (58% ed un muro).

La cronaca della partita. Gli starting six riservano sorprese solo nella metà campo dell’Itas Trentino, in cui Angelo Lorenzetti recupera Russell in banda ma conferma Van Garderen fra i titolari e sceglie Nelli nel ruolo di opposto; invariati gli altri cinque: Giannelli al palleggio, Kovacevic schiacciatore, Lisinac e Candellaro al centro e Grebennikov libero. La Cucine Lube Civitanova si affida a Bruno in regia, Sokolov opposto, Leal e Juantorena schiacciatori, Simon e Cester centrali, Balaso libero. Trento, sospinta da un grande Kovacevic, inizia col piede giusto, guadagnando subito un paio di break di vantaggio (7-5) che poi raddoppiano (13-9) grazie al muro di Lisinac su Sokolov e all’ace di Nelli. Nella parte centrale i gialloblù volano anche sul +6 (17-11), prima di subire un blackout totale che la Lube sfrutta con Juantorena per guadagnare una rocambolesca parità a quota 20. Nel momento peggiore, la squadra ospite piazza un parziale di 5-2 (25-22) nel segno di Van Garderen e Nelli e si porta a casa il primo set.

Alla ripresa del gioco la Lube mette in campo la rabbia dei giorni migliori e con Juantorena a rete guadagna subito punti importanti di vantaggio (3-5, 5-10) che diventa ben presto incolmabile per i gialloblù, scarichi in attacco ed in difficoltà fra ricezione e muro. I padroni di casa dilagano (7-15) e volano veloci verso il successo del parziale, che arriva già sul 14-25, dopo un assoluto monologo visto che in attacco anche Kovacevic e Van Garderen, sin lì perfetti, faticano a trovare spazio.

Nel terzo set l’Itas Trentino prova a reagire, tenendo la scia di una Cucine Lube scatenata a rete e col servizio di Leal (5-7, 11-13). Con Russell in campo, i gialloblù trovano maggiore efficacia anche a muro; con i due block che Aaron realizza su Sokolov l’Itas Trentino risale la china sino al 18-18 realizzato da Nelli. Il rush finale è palpitante (20-20), ma anche in questo caso è Trento ad avere la meglio con un servizio di Candellaro più efficace che consente ricostruite in serie a Kovacevic, bravo a sfruttarle per fissare il punteggio sul 25-22.

Nel quarto periodo la Cucine Lube Civitanova riparte di nuovo con Juantorena e Leal (5-7) e poi accelera anche con Sokolov (da 7-9 a 7-13). Il time out di Lorenzetti è provvidenziale, perché alla ripresa poi ci pensa Kovacevic a ridurre le distanze (10-13), prima che sia Juantorena (attacco e successivo ace) a rimettere in chiaro le distanze (12-17, altro tempo richiesto dal tecnico trentino). Nella parte finale i padroni di casa controllano il punteggio e protraggono la sfida al tie break grazie al successo per 20-25, ispirato anche dagli spunti di Simon.

Nel quinto set è Russell ad issarsi la squadra sulle spalle e a disegnare un promettente vantaggio (6-2), ispirato anche dagli affilati servizi di Candellaro. I marchigiani si riavvicinano (7-6) con Juantorena e Simon. La parità arriva già a quota 8, poi si gioca punto a punto sino al termine (12-12) fino a quando un errore di Kovacevic scrive il 13-15 finale.
 

“Non possiamo avere particolare rammarico per la sconfitta perché effettivamente non abbiamo mai avuto in mano l’occasione per chiudere a nostro favore il match – ha commentato al termine della partita l’allenatore dell’Itas Trentino Angelo Lorenzetti - . Ci resta un punto prezioso per la classifica, ottenuto contro una squadra molto forte e completa, ma al tempo stesso la consapevolezza ed il dispiacere di aver affrontato questo match senza il solito contributo solitamente offerto dalla battuta. Nonostante questa mancanza abbiamo comunque dato tutto e approfittato delle occasioni che, nel primo e terzo set, Civitanova ci ha concesso”.
L’Itas Trentino rientrerà nella notte a Trento e, a partire da martedì, inizierà a preparare il prossimo impegno di campionato, in programma mercoledì 7 novembre alla BLM Group Arena alle ore 20.30 contro la Top Volley Latina (sesto turno di regular season). Prevendita biglietti già attiva su www.trentinovolley.it/ticketonline

Di seguito il tabellino della gara della quinta giornata di regular season SuperLega Credem Banca, giocata questa sera all’Eurosuole Forum di Civitanova Marche.

Cucine Lube Civitanova-Itas Trentino 3-2

(22-25, 25-14, 22-25, 25-20, 15-13)

CUCINE LUBE: Cester 8, Bruno 1, Juantorena 18, Simon 9, Sokolov 20, Leal 21, Balaso (L) ;  D’Hulst, Massari, Cantagalli, Stankovic. N.e. Marchisio, Diamantini, Sander. All. Giampaolo Medei.
ITAS TRENTINO:  Candellaro 6, Giannelli 2, Kovacevic 27, Lisinac 8, Nelli 13, Van Garderen 6, Grebennikov (L); Vettori 1, Russell 10, Daldello. N.e. Cavuto, De Angelis e Codarin. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Goitre di Torino e Gnani di Ferrara.

DURATA SET: 29’, 23’, 32’, 29’, 20’; tot. 2h e 13’.

NOTE: 3.857 spettatori per un incasso 56.987 euro. Cucine Lube: 4 muri, 9 ace, 22 errori in battuta, 1 errori azione, 62% in attacco, 59% (26%) in ricezione. Itas Trentino: 11 muri, 3 ace, 23 errori in battuta, 7 errori azione, 58% in attacco, 46% (26%) in ricezione. Mvp Leal.

 

(fonte Trentino Volley)

Commenti

Coppa TAA: nel maschile l'Itas Trentino è la quarta squadra in final four, è semifinale con l'Argentario
Il Sanbapolis resta inviolato, anche Cutrofiano cade in tre parziali nel fortino della Delta Informatica