A1 maschile

Finalmente la Coppa Cev: la Trentino Itas vince al tie-break ad Istanbul e completa la propria bacheca

27.03.2019 10:26

 

La diciannovesima stagione di attività della storia di Trentino Volley assume una dimensione ancora più internazionale. Dopo il Mondiale per Club vinto a Czestochowa lo scorso 2 dicembre, il Club gialloblù questa sera in Turchia si è assicurato anche la 2019 CEV Cup, unico trofeo che ancora mancava nella bacheca societaria. La conquista del trofeo continentale, secondo per importanza solo alla Champions League, consente alla Trentino Itas di tornare ad iscrivere il proprio nome negli albi d’oro delle Coppe Europee a distanza di otto anni dall’ultima volta (Coppa Campioni a Bolzano, nel 2011) e di festeggiare il diciottesimo titolo assoluto, il secondo dell’annata 2018/19.
La squadra di Lorenzetti alla Burhan Felek Voleybol Salonu di Istanbul ha completato l’opera già ottimamente avviata una settimana fa a Trento, assicurandosi anche la gara di ritorno della Finale in casa del Galatasaray per 3-2. Dopo due set di sofferenza, in cui i padroni di casa avevano messo alle corde gli iridati, la certezza di aver vinto il doppio confronto è arrivata in rimonta grazie alla perentoria vittoria di terza e quarta frazione. In seguito Giannelli e compagni hanno voluto comunque onorare sino in fondo il torneo, andando a conquistare ugualmente anche il tie break e quindi la vittoria del match, risultato che consente a Trentino Volley di chiudere senza sconfitte il proprio cammino internazionale (15 successi in altrettante partite fra Mondiale per Club e CEV Cup) come era già accaduto nella stagione 2008/09 culminata con la conquista della Champions League a Praga. In evidenza Kovacevic (mvp con 24 punti, il 53% in attacco, 4 muri e 2 ace), ma anche Nelli bravo a calarsi nel match nel momento più difficile sostituendo in corsa Vettori. I suoi 14 punti col 69% a rete hanno di fatto cambiato la storia del confronto, invertendo una tendenza che si stava facendo sempre più pericolosa. Assieme a loro nota di merito anche per il produttivo Candellaro, per il Capitano Giannelli e per il solito immenso Jenia Grebennikov.
La cronaca della gara. La Trentino Itas si presenta alla Burhan Felek Voleybol Salonu di Istanbul con un Lisinac in più a referto; il centrale serbo parte però dalla panchina perché Lorenzetti preferisce non rischiarlo e confermare lo starting six del match d’andata: Giannelli in regia, Vettori opposto, Kovacevic e Russell in posto 4, Codarin e Candellaro centrali, Grebennikov libero. Il Galatasaray risponde con Keskin al palleggio, Venno opposto, Antonov e Aydin schiacciatori, Duff e Gok centrali, Cakir libero. L’inizio del match è tutto nel segno dei padroni di casa che con Aydin e Venno in battuta mostrano subito la determinazione dei giorni migliori (1-5). Gok mura Kovacevic per il 3-8, che costringe Lorenzetti ad interrompere il gioco. Al rientro in campo Trento prova a reagire col muro di Russell su Venno (7-10) e con l’ace di Giannelli su Antonov (11-13), ma nella parte centrale l’errore a rete dello stesso Aaron ricaccia indietro i gialloblù (13-17) che si staccano ulteriormente quando Duff ferma Codarin (15-21). Il finale di set è ancora in favore dei giallorossi (18-22, 20-24), con la Trentino Itas che annulla due set ball prima di cadere sul terzo (22-25) per opera di un attacco di Venno.
La musica sembra cambiare in avvio di secondo parziale (3-1), ma poi invece diventa di nuovo simile a quella del primo periodo con Antonov e Venno scatenati che trovano già la parità a quota 5 e poi anche il vantaggio (7-10, 10-13). Lorenzetti getta nella mischia Nelli e Van Garderen per Vettori e Russell, ma il Galatasaray non perde il ritmo e resta avanti (13-16), prima di accelerare di nuovo con il turno al servizio di Gok (16-22). Trento risale sino al 21-24, poi ci pensa ancora una volta Venno (21-25).
I Campioni del Mondo provano a reagire nel corso del terzo set; spinti dagli attacchi e dai servizi di Nelli (confermato in campo da titolare), conquistano subito un promettente vantaggio (5-3, 9-5). Nella parte centrale Trento si tiene stretto il promettente vantaggio (13-8, 15-9, 18-13), il Galatasaray alterna molti effettivi in campo senza però trovare più il bandolo della matassa. I gialloblù dilagano (23-15) e chiudono in fretta i conti con un altro acuto di Nelli (25-16) portandosi sull’1-2.
La Trentino Itas è sempre più convinta dei propri mezzi e riparte di slancio anche nel quarto periodo, in cui prende subito in mano le redini del gioco con Nelli e Kovacevic ancora scatenati (5-2, 8-3, 11-3) ed un muro che ferma qualsiasi cosa passi al di sopra della rete. I turchi staccano la spina sotto tutti i punti di vista (13-3) lasciando spazio all’assolo gialloblù (19-8) che arriva sino al 25-16: è di Uros Kovacevic la pipe che porta la 2019 CEV Cup a Trento.
Il tie break ricalca i due set precedentemente visti: c’è solo la Trentino Itas (6-0, 11-14); anzi CEV solo la Trentino Itas (15-5).
L’esperienza della finale persa a Tours nel 2017 credo che ci sia stata molto utile nel momento più difficile della partita di oggi – ha commentato al termine della Finale l’allenatore della Trentino Itas Angelo Lorenzetti – . In quell’occasione ci eravamo disuniti di fronte alle difficoltà, stavolta invece siamo riusciti a reagire da gruppo vero, tenendo anche conto che nei primi due set ci avevamo messo del nostro per andare sotto in quella maniera, non sfruttando diverse occasioni di break point. Questa vittoria è importante per tanti aspetti; certo, non si tratta della Champions League ma negli ultimi anni non è mai stato semplice ottenere questo trofeo e ce lo teniamo stretto”.
La Trentino Itas rientrerà nel tardo pomeriggio di mercoledì a Trento e a partire da giovedì sera inizierà a preparare l’esordio nei Play Off Scudetto Credem Banca 2019 che avverrà domenica 31 marzo alle ore 18 alla BLM Group Arena contro la Kioene Padova per gara 1 dei quarti di finale (compresa in abbonamento).

Di seguito il tabellino della gara di ritorno di Finale di 2019 CEV Cup, giocata questa sera alla Burhan Felek Voleybal Salonu di Istanbul.

Galatasaray Istanbul-Trentino Itas 2-3
(25-22, 25-21, 16-25, 16-25, 5-15)
GALATASARAY ISTANBUL: Gok 4, Venno 17, Aydin 7, Duff 9, Keskin 5, Antonov 14, Ayvazoglu (L); Carkin (L); Ulu 3, Gergye 2, Yomet, Minici, Siratca. N.e Kalaycy. All. Nedim Ozbey.
TRENTINO ITAS: Vettori 2, Russell 14, Codarin 8, Giannelli 3, Kovacevic 24, Candellaro 12, Grebennikov (L); Nelli 14, Van Garderen 4, Cavuto, Daldello, De Angelis (L), Lisinac. All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Ormonde di Capelas Acores (Portogallo) e Visan di Bucarest (Romania).
DURATA SET: 26’, 30’, 27’, 26’, 11’; tot  2h. 
NOTE: 5.000 spettatori. Galatasaray: 16 muri, 7 ace, 15 errori in battuta, 7 errori azione, 36% in attacco, 36% (20%) in ricezione. Trentino Itas: 16 muri, 11 ace, 16 errori in battuta, 9 errore azione, 48% in attacco, 47% (25%) in ricezione. Mvp Kovacevic.

 

 

(fonte Trentino Volley)

 

Commenti

Il C9 Arco Riva torna al successo, un punto prezioso per Lagaris e Maia Dentis Neruda, l'Alta capitola
I nostri video: Francesco Conci commenta la vittoria dell'Itas Trentino in serie B contro la Calzedonia Verona