A1 maschile

Coppa Cev: tutto facile per la Trentino Itas a Losanna, arriva un successo in tre set a senso unico

21.11.2018 23:01

 

Parte col piede giusto l’avventura della Trentino Itas in 2019 CEV Cup. Al debutto stagionale nella competizione europea, seconda per importanza solo alla Champions League, la squadra gialloblù si è infatti assicurata la gara d’andata dei sedicesimi di finale, vincendo stasera in Svizzera con un netto 3-0.
Giannelli e compagni hanno sbancato senza particolare affanni la University Sports Hall di Losanna, imponendo lo stop ai padroni di casa del LUC al termine di una partita senza storia dal primo all’ultimo scambio. Il risultato, di fatto, fa un compiere un bel balzo in avanti verso il prossimo turno; per completare l’operazione qualificazione, a Trentino Volley basterà vincere due set nel match casalingo di ritorno programmato il 6 dicembre alla BLM Group Arena. 


Con Grebennikov e Kovacevic tenuti a riposo in vista dei prossimi importanti impegni e ben sostituiti rispettivamente da De Angelis e Van Garderen (11 punti col 64% in attacco e 2 muri), la squadra di Lorenzetti non ha faticato a prendere l’iniziativa, trovando già nella prima metà di ogni set lo spunto per dominare il punteggio, guidata un muro in serata di grazia. Con 15 block vincenti (addirittura otto nel primo parziale), la Trentino Itas ha messo immediatamente grande pressione addosso agli elvetici, fermati a ripetizione da Russell e Lisinac (4 a testa) e messi all’angolo poi anche dalle prestazioni a rete in posto 2 prima di Vettori (10 punti col 62% in due set) e poi di Nelli (6 col 100% nel terzo).


La cronaca della gara. Angelo Lorenzetti tiene a riposo Grebennikov e lancia come titolare nel ruolo di libero Carlo De Angelis; nello starting six c’è poi posto per Giannelli in regia, Vettori opposto, Van Garderen e Russell in banda, Lisinac e Candellaro al centro. Massimiliano Giaccardi, tecnico italiano dei locali presenta Chevallier al palleggio, Feughouo opposto, Kvalen e Prevel schiacciatori, Stevanovic e Zerika centrali, Del Valle Villalobos libero. L’inizio dei gialloblù è molto concentrato; con Russell in attacco e a muro e Candellaro in battuta (ace) Trento parte sul 5-1 costringendo gli elvetici a chiedere subito time out. Alla ripresa del gioco il Lausanne UC non riesce comunque ad entrare in partita e gli ospiti ne approfittano per aumentare ancora l’andatura (9-2, 13-4), sfruttando anche due muri vincenti di Van Garderen su Feughouo. Sul 15-5, il primo set è di fatto già al sicuro anche se nel finale la squadra di Lorenzetti si rilassa e consente ai locali (che ora in regia hanno Pfund per Chevallier) di limitare quanto meno il passivo (21-15). A chiudere il discorso sul 25-18 ci pensano Lisinac (muro su Zerika sul 23-18) e Giannelli (tocco di prima intenzione).
Nel secondo set la Trentino Itas riparte forte (3-1) con Vettori, proseguendo ottimamente in fase di break point anche con Giannelli (ace) per il 6-3 che costringe Giaccardi ad interrompere il gioco. Alla ripresa il Lausanne tiene il cambiopalla per un paio di occasioni e poi subisce ancora l’azione italiana, che in questo caso si materializza con Lisinac (13-8). Con i locali che hanno già speso due time out sul 15-8, Trento può scattare velocemente verso il 2-0 che si materializza stavolta senza ulteriori sussulti (20-11, 23-13, 25-14) anche grazie all’efficacia a rete di Van Garderen (a segno anche in bagher) e al buon doppio cambio Nelli-Daldello impostato da Lorenzetti sulla diagonale principale Giannelli-Vettori.
Nel terzo set Nelli rimane in campo nel ruolo di opposto, ma il Losanna riesce a reggere il ritmo degli avversari nonostante l’impatto di Gabriele risulti essere piuttosto buono. Dopo una serie di cambiopalla consecutivi (5-5, 8-8), la Trentino Itas accelera (11-9) sfruttando un paio di sbavature degli svizzeri. Il time out preventivo di Giaccardi serve a poco, perché in seguito Nelli col servizio e Russell ancora con il muro scrivono il +4 (17-13). Il Losanna ha ancora energie per provare a cercare la rimonta con Prevel (22-19), ma poi cede sotto i colpi dello stesso Nelli (25-20).

Con valori tecnici così diversi le insidie potevano arrivare dall’ambito motivazionale, logistico ed ambientale – ha commentato a fine gara l’allenatore della Trentino Itas Angelo Lorenzetti - ; le abbiamo evitate perché la squadra è stata sempre molto concentrata ed attenta, giocando la pallavolo che ci eravamo ripromessi di fare alla vigilia. Ci siamo complicati un po’ la vita nel finale del primo set, poi non abbiamo di fatto più rischiato. Non mi piace parlare molto dei singoli, ma in questa occasione voglio sottolineare la prova nel ruolo di libero di De Angelis; Carlo è una bella sorpresa di questo avvio di stagione, in allenamento ci sta dando una grande mano e sono contento che sia riuscito a farlo stasera anche in una partita ufficiale”.
La Trentino Itas rientrerà a Trento nel pomeriggio di giovedì e avrà di fatto solo un giorno per preparare il prossimo appuntamento, in programma già sabato 24 novembre a Padova contro la Kioene (nona giornata di SuperLega – ore 18) La gara di ritorno dei sedicesimi di 2019 CEV Cup si giocherà invece giovedì 6 di dicembre in Trentino a partire dalle ore 20.30 (match compreso in abbonamento).

Di seguito il tabellino dell’andata dei sedicesimi di finale di 2019 CEV Cup, giocata questa sera alla University Sports Hall di Losanna.

Lausanne UC-Trentino Itas 0-3
(18-25, 14-25, 20-25)
LAUSANNE UC: Kvalen 4, Stevanovic 5, Feughouo 5, Prevel 15, Zerika 5, Chevallier, Del Valle Villalobos (L); Pfund, Hoene 2. N.e. Sueur, Kaeser, Montavon, Ineichen. All. Massimiliano Giaccardi. 
TRENTINO ITAS: Van Garderen 11, Candellaro 5, Giannelli 2, Russell 10, Lisinac 9, Vettori 10,  De Angelis (L); Nelli 6, Daldello, Codarin, Cavuto. N.e. Grebennikov, Kovacevic.  All. Angelo Lorenzetti.
ARBITRI: Ilhan di Ankara (Turchia) e Novak di Lubiana (Slovenia).
DURATA SET: 24’, 22’, 26’; tot  1h e 12’.
NOTE:  1.500 spettatori circa. Lausanne UC: 2 muri, 3 ace, 10 errori in battuta, 6 errore azione, 40% in attacco, 58% (33%) in ricezione. Trentino Itas: 15 muri, 2 ace, 16 errori in battuta, 0 errore azione, 58% in attacco, 39% (14%) in ricezione. 

 

(fonte Trentino Volley)

Commenti

C9 Arco Riva Pregis e Lagaris Volley Rovereto festeggiano: i due derby regionali sono "cosa loro"
Tris di big match: l'Argentario riceve Ospitaletto, Walliance Ata e Volano vanno a far visita a Bedizzole e Udine