A1 maschile

In casa Itas Trentino caccia ad un opposto straniero, fra Djuric e Boyer. Al centro si parla del ritorno di Galassi

12.05.2019 02:48

 

di Nicola Baldo

 

Sarà straniero il nuovo secondo opposto della Trentino Volley, nella stagione 2019/2020. La società di via Trener ha deciso un principio di fondo, ovvero allungare il roster. Visti gli impegni, fra SuperLega, Champions League e forse (se si troverà una data e una location) il Mondiale per Club per difendere il titolo vinto in Polonia, in via Trener si vuole allungare la rosa di giocatori che possano scendere in campo dando valide alternative ai titolari.

 

IL SECONDO OPPOSTO STRANIERO: DJURIC O BOYER O UNA SORPRESA?

Nelle ultime settimane, fra i tanti nomi presi in esame, si è accarezzata anche la possibilità di riportare in riva all'Adige Mitar Djuric. L'opposto ellenico, classe 1989, dopo l'infortunio incassato a Verona, l'operazione e la stagione vissuta prima in Grecia al Paok Salonicco e poi in Francia, al Poitiers, vuole tornare in Italia. E così vuol fare anche la moglie Martina Guiggi, in contatto con diversi club italiani. Riportarlo a Trento vorrebbe dire mettere alle spalle di Luca Vettori un opposto esperto. Negli ultimi giorni, però, da Verona continuano ad arrivare ai piedi del Monte Bondone indicazioni su un forte interessamento dell'Itas Trentino per Stephen Boyer. L'opposto francese della Calzedonia, 23 anni compiuti ad aprile, rappresenterebbe un investimento per il futuro: un anno in coabitazione con Vettori (il cui contratto è in scadenza nel 2020) per poi diventare l'unico titolare?

 

AL CENTRO SI ACCAREZZA L'IDEA DI GIANLUCA GALASSI

Con un secondo opposto straniero, per evitare di finire “incastrati” nel conto fra italiani e stranieri, urge sistemare giocoforza anche i centrali. Con due posto-3 italiani, Candellaro e Codarin, di fatto non ci sarebbero riserve al centro quando in campo ci sarà l'opposto straniero. Si sta quindi valutando la possibilità di avere in rosa quattro centrali: Lisinac (giocoforza in campo solo con Vettori titolare nelle partite italiane e senza limiti di stranieri in Champions e nelle gare internazionali), Candellaro, Codarin e Gianluca Galassi. In pole position per far parte dell'organico trentino c'è il posto-3 di Mezzocorona, nel caso in cui l'anno venturo in rosa ci saranno quattro centrali. Questo perché la Sir Perugia non proseguirà ad averlo in prestito dall'Itas anche nella prossima stagione. Con Lisinac si dovrebbe far valere quindi l'opzione per questa seconda stagione ai piedi del Monte Bondone. Non vi sono, invece, conferme in merito al sondaggio che a Modena si dice sia stato fatto dalla Trentino Volley per Simone Anzani, ad oggi solamente una delle tante voci che si ricorrono in questo mese di maggio.

 

GABRIELE NELLI PIACE MOLTO A VIBO VALENTIA

Gabriele Nelli rinnoverà e prolungherà il proprio contratto con la Trentino Volley. Questo permetterà alla società di via Trener di mandare in prestito l'oppostone toscano anche in club italiani nella prossima stagione. Fra le diverse opzioni in pole position per accaparrarsi Gabriele Nelli nella prossima stagione sembra esserci la Tonno Callipo Vibo Valentia.

 

SOSA SIERRA RESTERÀ IN ORGANICO COME SCHIACCIATORE

Il cubano Luis Tomas Sosa Sierra, che da febbraio si allena con l'Itas, dovrebbe rimanere in organico come quarto schiacciatore della squadra di Lorenzetti. Completando così il proprio cambio di ruolo, da centrale a giocatore di palla alta.

 

 

Commenti

Nell'ultimo giorno di ritiro a Cavalese ecco l'ItalVolley per la VNL: c'è anche l'altoatesina Folie
B1 femminile: il bolognese Luca Parlatini è pronto a sedersi sulla panchina dell'Agrilagaria Volano Volley