A1 maschile

La Trentino Itas si rituffa in Coppa Cev superando senza patemi gli svizzeri del Losanna nei sedicesimi

06.12.2018 22:21

 

di Nicola Baldo

 

TRENTINO ITAS – UC LOSANNA 3-0

(25-22, 25-20, 25-17)

TRENTINO ITAS: Daldello 1 (1m), Nelli 11 (10att + 1m), Van Garderen 13 (9att + 2m + 2ace), Kovacevic 12 (9att + 3ace), Candellaro 5 (3att + 2m), Lisinac 9 (6att + 1m + 2ace), Grebennikov (L); Cavuto, Codarin 2 (2att). Ne: Vettori, De Angelis, Giannelli. Allenatore: Angelo Lorenzetti.

UC LOSANNA: Pfund 1, Kvalen 8, Hohne 10, Prevel 15, Stevanovic 4, Zerika 5, Del Valle (L); Chevallier, Montavon. Ne: Kaeser, Sueur, Feughouo. Allenatore: Massimiliano Giaccardi.

ARBITRI: Voudouris (Grecia) e Zguri (Albania)

DURATA SET: 26', 24', 22'

NOTE- Trentino Itas: 7 ace, 7 muri, 12 errori in battuta, 4 errori in attacco.

Uc Losanna: 5 ace, 4 muri, 14 errori in battuta, 8 errori in attacco.

 

Cambiando l'ordine degli addendi il risultato non cambia. La Trentino Itas stacca il pass per gli ottavi di finale della Coppa Cev superando anche nel match di ritorno della Blm Group Arena in tre set gli svizzeri del Losanna. Ipotecando così il passaggio del turno, dove negli ottavi sarà sfida contro l'Hypo Tirol Haaching. Pur dando spazio a chi ha giocato meno, la squadra di Lorenzetti è sempre sembrata in gestione del gioco senza troppi patemi. Lasciando riposare Giannelli, Russell e Vettori spazio ad un ottimo Nicola Daldello in cabina di regia, alla fine Mvp dell'incontro, così come molto bene si sono comportati Van Garderen (13 punti con il 56% in attacco) e Lisinac (100% in attacco, 6 su 6) oltre al solito Kovacevic (12 con il 56% di palloni a terra e 3 ace). Domenica sarà nuova trasferta per l'Itas in quel di Ravenna, ci si ritufferà in SuperLega.

 

In avvio Angelo Lorenzetti applica subito il turnover: dentro Van Garderen in posto-4 con Kovacevic, Daldello in palleggio e Nelli opposto, mentre sono confermati Lisinac-Candellaro al centro e Grebennikov libero. In campo mentre la Curva Gislimberti espone la bandiera con l'iride e lo striscione “Orgogliosi di voi”. Kovacevic si esalta subito con una bellissima difesa e l'ace del 5-2, ma sfruttando bene alcuni mani-out Losanna riesce a rimettersi in scia (9-8). Il sorpasso elvetico arriva con l'ace di Zerika sul 10-11, ma l'Itas riesce ben presto a rimettere il naso avanti (14-12). Kvalen riporta tutto in parità sul 15-15, prima che Van Garderen non sigli l'ace del 17-15 prima che Lisinac non salga in cattedra nel finale realizzando il 21-19. Dentro Cavuto per Nelli per cercare di uscire dalla P1 sul 22-21, ma un errore in attacco dello schiacciatore regala il 22-22 apparecchiando per un finale tirato. Nel quale a chiudere i giochi a favore dei trentini ci pensano prima Kovacevic e quindi l'ace corto di Van Garderen.

 

Nel secondo set un paio di errori e Trento si trova sotto 2-5, costringendo Lorenzetti a fermare il gioco. Si torna in parità appena l'Itas ritrova la concentrazione perduta (8-8), con l'equilibrio che regna sovrano per alcuni scambi (muro di Van Garderen per il 14-13). Un margine che arriva al più 4 (19-15) complici gli errori degli ospiti ed un bel primo tempo di Candellaro, prima che nel finale l'Itas non allunghi (22-18) grazie a Kovacevic. È il colpo di reni che sigilla partita e qualificazione agli ottavi di finale.

 

Si arriva così al terzo set ed i sestetti non cambiano. Dopo un iniziale equilibrio Candellaro stampa Zerika per l'8-5, sull'11-8 dentro Codarin al centro per Lisinac mentre Losanna prova a restare in scia ai trentini (Nelli mette a terra il 13-11 e Kovacevic l'ace del 14-11). Gli svizzeri tirano ogni pallone in attacco ed, a questo punto, rischiano il tutto per tutto cercando di restare incollati, ma la pipe di Van Garderen mette a terra il 19-15. Nel finale di set ormai è tutto segnato, con i trentini che dominano senza troppi patemi e vanno a sigillare il passaggio del turno.

 

Nella foto di Marco Trabalza per Trentino Volley il palleggiatore Nicola Daldello in azione

 

Commenti

Centro di Qualificazione Regionale: ecco le 36 ragazze classe 2005 selezionate per l'allenamento di domenica
I nostri video: Aaron Russell e Diego Mosna raccontano il Mondiale per Club 2018 vinto dalla Trentino Volley